Come scrivere una Lettera motivazionale per il lavoro

La ricerca di lavoro è nella nostra società essa stessa un lavoro. E’ bene essere a conoscenza di vari dettagli che possano aiutare a velocizzare la ricerca di una occupazione, rendendo più efficaci le risposte ai vari annunci di nostro interesse. La prima cosa da tenere in considerazione è che spesso il classico cv non basta più.

Sempre più di frequente infatti le aziende richiedono l’invio anche di una lettera motivazionale. Capiamo dunque cosa tenere in considerazione in fase di stesura della lettera, quali dettagli inserire, che taglio dare alla stessa. In poco tempo capiremo come preparare una lettera motivazionale efficace e che possa aiutarvi in fase di valutazione del vostro profilo da parte degli addetti alla seleziona del personale.

Come preparare la lettera motivazionale

La lettera motivazionale “viaggia” insieme al cv in risposta ad un annuncio di lavoro o insieme ad una candidatura spontanea. Essa dovrà essere preparata su foglio bianco, con caratteri standard e dovrà riportare in maniera chiara le indicazioni sul destinatario. In questo modo infatti si darà alla lettera stessa un carattere assolutamente personalizzato che farà comprendere al destinatario come la stessa sia stata redatta in esclusiva per lui.

I dati relativi al mittente invece possono essere inseriti semplicemente in firma e limitati a nome, cognome e numero di telefono. Le restanti informazioni saranno infatti già presenti nel curriculum vitae.

Cosa deve contenere la lettera motivazionale

La prima cosa da fare è aver bene chiaro il messaggio che dovrà arrivare a chi leggerà la lettera. Dovrete quindi innanzitutto spiegare perché volete questo lavoro, cosa vi spinge a candidarvi e a pensare di poter essere la scelta migliore.

Dovrete quindi dare spazio alle vostre idee e alle preferenze, ricordando però sempre di strizzare l’occhio al datore di lavoro e a quello che potrebbe volersi sentir dire.

Sicuramente esporre le proprie sensazioni e i propri desideri in maniera chiara aiuta, tuttavia occorre non essere troppo sfacciati e mantenere il distacco dettato dal ruolo di candidato. Giusto per intenderci, se il fattore economico è l’unico che vi porta a propendere per una determinata posizione, sarebbe meglio non dirlo in maniera chiara e palese ed evidenziare gli aspetti positivi legati alla professione in sé e non solo ai benefici economici o di status.

A questo punto ci si potrà spostare sulle proprie competenze, in modo da far comprendere al lettore come le stesse possano avvalorare quanto scritto nella prima parte della lettera. Le precedenti esperienze infatti sono in grado di lasciar evincere competenze tecniche, ma anche inclinazioni personali e passioni.

In generale è consigliabile in questa fase inserire solo le esperienze in qualche modo legate all’attività alla quale ci si sta candidando. Eventuali esperienze “fuori tema” dovranno essere citate solo se effettivamente capaci di evidenziare un aspetto caratteriale o una specialità che potrebbe incidere positivamente sulla vostra candidatura.

Nella parte conclusiva della lettera, può essere utile riassumere quanto detto in ottica differente, ovvero spiegando perché  alla luce di quanto già scritto si pensi di essere la scelta giusta per quella posizione.

Competenze acquisite, personalità ed eventuali skill specifiche personali o professionali dunque dovranno essere messe in evidenza e legate in maniera chiara al ruolo desiderato.

Il congedo

Attenzione alle formalità, e quindi ai saluti e al congedo che dovranno essere formali ma non troppo ossequiosi e ovviamente coincisi.

Ricordate alla fine di specificare che rimanete a disposizione per eventuali colloqui o chiarimenti che potrebbero essere necessari.

Conclusioni

Il format che trovate in allegato vi aiuterà a non perdere di vista nessun punto e quindi a preparare una lettera motivazionale perfetta. In conclusione dunque ricordate che una lettera motivazionale è lo strumento che può fare la differenza, il mezzo che avete per dare personalità al vostro curriculum vitae che per definizione potrebbe essere un mero elenco di esperienze lavorative e corsi di studi.

L’anima data al vostro profilo dalla lettera motivazionale potrebbe colpire gli esaminatori e il posto di lavoro potrebbe davvero diventare il vostro.