Come scrivere una Lettera di dimissioni volontarie con preavviso

Stanchi del proprio lavoro, stimolati da una nuova attività, imprigionati dai problemi familiari, i soggetti interessati a presentare le dimissioni dal posto di lavoro devono seguire un iter molto preciso.

Spiegheremo quindi come compilare la lettera di dimissioni da presentare al proprio datore di lavoro in caso di dimissioni con preavviso.

Quale strumento utilizzare

Lo strumento “classico” al quale si pensa quando si pronuncia la parola dimissioni è la lettera di dimissioni.

In realtà dal 2015 le dimissioni devono essere inoltrate compilando un apposito format sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Il sito al quale fare riferimento è www.lavoro.gov.it ed esso riporta tutte le informazioni che è necessario sapere.

Resta tuttavia diffusa la pratica di anticipare all’azienda la propria volontà attraverso la lettera di dimissioni con preavviso, oggi intesa come quindi come missiva formale attraverso la quale mettere al corrente con i giusti tempi e modi l’azienda di quelle che sono state le decisioni prese.

Cosa deve contenere la lettera di dimissioni con preavviso

La lettera di dimissioni con preavviso deve contenere una serie di informazioni, chiare e complete, che quindi garantiscano una comprensione assoluta e completa.

Sarà quindi necessario che la lettera contenga i dettagli del destinatario/azienda (e dunque nome e cognome del referente dell’azienda, recapiti), i dati del dipendente (nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza, eventuale matricola).

Si procederà indicando la propria volontà di interrompere la collaborazione, specificando la data di decorrenza delle dimissioni (anche se farà fede quella ufficiale della richiesta online, quindi meglio programmare contenuto e spedizione della missiva in concomitanza con le dimissioni telematiche), la data ultima di presenza in azienda considerando il periodo di preavviso.

La lettera dovrà altresì prevedere uno spazio per la firma del dipendente, e un altro per la firma del datore di lavoro. Le informazioni possono essere riportate su un foglio bianco o inserendo i propri dati nell’apposito format.

A chi consegnare la lettera di dimissioni

La lettera di dimissioni con preavviso dovrà essere consegnata a mano o tramite lettera raccomandata all’Ufficio Risorse Umane o direttamente all’Amministratore/Capo dell’azienda. Anche il mezzo della PEC può essere una valida opzione da percorrere.

Ovviamente qualora si opti per la consegna tramite posta, è consigliabile anticipare la volontà verbalmente al proprio datore di lavoro.