Come scrivere una Lettera di ringraziamento

La lettera di ringraziamento è un documento con il quale un soggetto ringrazia un singolo o un gruppo per qualcosa. Si tratta, è vero, di una situazione generica che tuttavia può trovare riscontri in diversi momenti della vita di ognuno di noi.

Capiamo dunque quando una lettera di ringraziamento può essere opportuna e cosa tenere a mente per preparare una lettera di ringraziamento perfetta.

Lettera di ringraziamento in ambito lavorativo per fine lavoro

Abbiamo già avuto modo di analizzare eventuali lettere di ringraziamento che accompagnano la fine di una esperienza lavorativa più o meno lunga.

La lettera di ringraziamento in questo caso può essere legata ad un cambio di lavoro volontario o forzato, o connessa semplicemente alla fine di un determinato progetto e quindi ad un evento previsto e predeterminato.

In entrambi questi casi la lettera dovrà essere indirizzata a tutti i colleghi o collaboratori e si presenterà di fatto come un vero e proprio saluto.

Se dovessimo immaginare una scaletta, la lettera stessa dovrà prevedere 3 momenti salienti.

Nel primo il soggetto chiarirà il momento particolare che sta vivendo, specificando quindi che è per lui arrivato il momento dei saluti.

Nel corpo della lettera si passeranno in rassegna alcuni momenti significativi legati alla loro vita lavorativa, specificando chi li ha resi tali. Sarà importante in questa fase citare e ricordare – nei limiti del possibile- tutti coloro che abbiamo incontrato durante la nostra vita lavorativa.

Nella parte finale troveranno posto i saluti veri e propri i contatti futuri del soggetto, indispensabili per tutti coloro che vorranno mantenere i rapporti con quello che si appresta a diventare un ex collega o un ex collaboratore.

Lettera di ringraziamento in ambito lavorativo per promozione

La lettera di ringraziamento in ambito lavorativo, però, non è necessariamente una lettera di saluti. Essa infatti può essere indirizzata a qualcuno che ha regalato la propria fiducia, ha investito su una risorsa e merita quindi di essere ringraziato.

In questo caso la lettera avrà un destinatario specifico e determinato, che dovrà ovviamente essere citato come destinatario.

Il contenuto della lettera seguirà un sviluppo molto semplice. Nella prima fase si chiarirà il motivo della lettera e lo stupore e la riconoscenza legati al nuovo incarico o al premio ricevuto; nel corpo della stessa si elencheranno i sentimenti e le volontà che si legano all’esperienza che verrà e nello step conclusivo, prima di congedarsi, si specificherà la volontà di non deludere l’interlocutore.

Lettera di ringraziamento in ambito scolastico e sportivo

Il mondo del lavoro non è l’unico che può offrire spunti per una lettera di ringraziamento. Anche in ambito scolastico o sportivo infatti possono presentarsi una serie di situazioni che richiedono di ringraziare qualcuno.

E’ il caso ad esempio del relatore che ci ha offerto la sua disponibilità e professionalità in fase di stesura della tesi, del mister che ha coordinato la nostra squadra, del responsabile progetto che ci ha supportato nella preparazione di un lavoro di gruppo e così via.

La lettera in questo caso, indirizzata al professionista in maniera specifica, dovrà appunto esprimere tutta la nostra gratitudine, ed eventualmente fare riferimento ad insegnamenti tratti durante il percorso. Il tono dovrà essere formale, ma amichevole.

Ad ogni situazione, il giusto mezzo

La carrellata appena fatta permette di notare come ogni lettera possa essere rivolta a soggetti tra loro diversi e proprio per questo motivo, i mezzi da utilizzare possono essere differenti.

Se la lettera infatti è rivolta ad un gruppo si potrà procedere ad un invio via mail (solo se si è certi di essere in possesso dei recapiti di tutti) o in alternativa si potrà affiggere il messaggio in uno spazio pubblico.

Le lettere rivolte invece ad un singolo o a singoli gruppi dovranno essere indirizzate al singolo soggetto e quindi inoltrate via mail o tramite lettera cartacea.

In tutti i casi si dovrà utilizzare un formato 12, un carattere standard e apporre la propria firma preferibilmente a mano. In alcuni casi i ringraziamenti possono essere accompagnati anche da un piccolo pensiero.

Nel caso di un gruppo si può optare per un rinfresco leggero e veloce, nel caso di singoli invece se si ritiene opportuno si può valutare anche un pensierino personalizzato.

Dovreste a questo punto essere pronti a scrivere la lettera di ringraziamento perfetta. In caso di dubbi, però, per evitare errori o dimenticanze, vi basterà seguire passo dopo passo il format allegato.