Come scrivere una lettera di referenze

La candidatura ad una posizione lavorativa prevede sempre l’invio di un curriculum vitae che riporti in maniera dettagliata quelle che sono le esperienze di lavoro del candidato stesso.

Vi sono però una serie di altri documenti che possono fare la differenza in fase di selezione del candidato. Uno tra questi è senza dubbio la lettera di referenze.

Capiamo di seguito come scrivere una lettera di referenze efficace, si tratta di una guida utile non solo a chi deve preparare materialmente una lettera di referenze per un proprio ex dipendente, ma anche a chi vuole candidarsi ad un annuncio e vuole essere certo di essere in possesso di una lettera di referenze ben fatta ed efficace che possa supportarlo e avvantaggiarlo nel processo di selezione.

Lo scopo della lettera di referenza

Iniziamo con il dire che lo scopo della lettera di referenze è quello di raccontare qualcosa in più sul candidato servendosi del punto di vista di chi ha avuto modo di lavorarci insieme e specificando dunque non solo le competenze tecniche, ma anche quelle caratteriali.

Il fatto che sia un ex superiore del candidato a dare un feedback, rende lo stesso efficace e autorevole. Si tratta dunque di informazioni che permettono all’esaminatore di valutare a 360 gradi il profilo che ha davanti e dunque di fare la scelta migliore.

Chi deve scrivere la lettera di referenza

Si è soliti cercare di ottenere una lettera di referenze dal top management dall’azienda. Sebbene questo sia un vantaggio in alcuni casi in termini di autorevolezza della lettera, è bene sottolineare che sarebbe opportuno che a preparare la lettera sia una persona che con il candidato ha avuto modo di lavorare a stretto contatto e possa dunque dire davvero qualcosa di personale, vero, sentito, frutto di una collaborazione continuativa.

Aggiungiamo anche che sarà bene selezionare soggetti che non odino scrivere e che quindi siano in grado di portare nero su bianco in maniera agevole le loro esperienze.

Una volta identificata la persona che potrebbe preparare questa lettera, si dovrà chiedere alla stessa di farlo, consapevoli del fatto che si sta chiedendo a questa persona di regalarci parte del suo tempo. Alla luce di questo sarà opportuno per prima cosa fare la richiesta con il dovuto preavviso, evidenziare il fatto che quella figura è stata selezionata con cura tenendo conto della sua professionalità ma anche della collaborazione lavorativa che con la stessa si è avuta, specificare che si dà al soggetto la possibilità di rifiutare.

Di fatto si chiede un favore, non qualcosa di dovuto e sarebbe quindi opportuno avanzare la propria richiesta con garbo e discrezione.

Qualora il soggetto abbia intenzione di procedere alla stesura della lettera, si dovrà passare a fornire tutte le informazioni utili per la stesura della lettera, in relazione anche al tipo di annuncio al quale si sta rispondendo. In questo modo si avrà evidenza di quelli che sono gli aspetti cruciali sui quali concentrarsi o comunque sui quali il candidato potrebbe essere in qualche modo supportato.

In questo caso eventuali suggerimenti da parte del candidato sono sicuramente utili a chi dovrà preparare la lettera. In ogni caso i concetti dovranno essere espressi in maniera chiara, semplice e il più possibile oggettiva.

Indicazioni generali

E’ bene poi far pervenire la lettera direttamente su carta intestata, in modo da dare alla stessa un tono di ufficialità. Anche nella struttura della lettera si dovrà rispondere alle regole generali che tutelano e regolano la stesura delle lettere ufficiali.

Presenza di data e oggetto dunque, ma anche utilizzo di dimensioni e formato standard sono quindi regole ferree dalle quali non allontanarsi neanche in questo caso.

Cosa deve includere la lettera di referenze

Sul fronte dei contenuti, la lettera dovrà contenere una presentazione generale del candidato e della posizione e relazione lavorativa rispetto allo scrivente. In questo modo si renderanno chiari i compiti assolti dal soggetto, le sue mansioni e di conseguenza quelle che sono le competenze che ha sicuramente maturato e raggiunto.

Si passerà poi a dettagliare le specifiche che riguardano la relazione tra l’autore della lettera stessa ed eventuali episodi che riguardano la vita lavorativa del soggetto stesso. Quanto scritto sopra quindi verrà avvalorato ancora di più dallo scrivente, se necessario con l’aiuto di riferimenti a progetti specifici.

Al termine si darà spazio ad un giudizio generale sull’esperienza che si è avuta con il lavoratore, tale giudizio comprenderà sia l’aspetto tecnico professionale, che quello legato alle relazioni con colleghi e superiori.

Conclusioni

La scaletta è molto semplice, come lo sono i contenuti, il format vi aiuterà però ad avere una traccia a tenere sott’occhio tutti i contenuti che dovranno essere inseriti e gestiti.

Riassumendo dunque bisognerà per prima cosa identificare la persona giusta per redigere la lettera, verificare che il contenuto sia consono all’annuncio e supportare il soggetto in fase di stesura del contenuto.