Come scrivere una Lettera di licenziamento

La lettera di licenziamento è un documento che sancisce la fine di un rapporto di lavoro.

Si tratta come facilmente intuibile di un documento delicato che deve quindi rispettare una serie di requisiti, in primis la modalità di comunicazione che deve appunto essere scritta e dunque verificabile. La forma orale infatti è consentita solo in alcune (poche) eccezioni.

Vedremo nelle righe seguenti come scrivere una lettera di licenziamento a regola d’arte.

Le diverse motivazioni

Prima di iniziare a preparare la lettera di licenziamento vera e propria occorre aver chiaro in quale categoria questo licenziamento si colloca e si tratta dunque di licenziamento per giusta causa, per giustificato motivo soggettivo, per giustificato motivo oggettivo.

Entrando più nel dettaglio, quello per giusta causa si verifica in presenza di un fatto grave che di fatto compromette un sereno rapporto di lavoro. Le motivazioni in questo caso possono essere legate direttamente al contratto o legate alla sfera della normale vota sociale.

Il giustificato motivo soggettivo è invece quello che si verifica quando un soggetto di fatto si rende protagonista di comportamenti meno gravi dei precedenti ma che potrebbero comunque minare la fiducia con il datore di lavoro. Il giustificato motivo oggettivo riguarda infatti delle situazioni che non rendono più necessario o compatibile il ruolo, pensiamo ad esempio ad una crisi di mercato o a delle modifiche nella struttura aziendale).

Comunicazione con o senza preavviso

Come anticipato, la lettera di licenziamento deve essere tracciata e tracciabile, per questo motivo l’unico mezzo idoneo e ufficiale è la raccomandata, che garantisce la ricezione della lettera stessa da parte del destinatario.

La comunicazione può eventualmente essere anticipata oralmente o via mail, ma la lettera resterà sempre e comunque il documento ufficiale.

In caso di licenziamento in tronco, applicabile in presenza di giusta causa, il provvedimento avrà effetto immediato vista la gravità dei fatti. E’ opportuno però che lo stesso arrivi solo dopo una contestazione atta a sancire e chiarire la gravità del comportamento.

In tutti gli altri casi, al lavoratore dovrà essere fornito un preavviso che gli permetta di riorganizzarsi. La lettera dovrà quindi tenere in considerazione questo arco temporale che viene solitamente stabilito dal Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro di riferimento.

In assenza di tale periodo di preavviso, al soggetto dovrà essere comunque garantito lo stipendio.

Cosa deve essere presente nella lettera di licenziamento

Sul fronte dei contenuti, la lettera di licenziamento dovrà essere redatta su carta intestata e contenere i dati del destinatario.

Il testo dovrà dunque specificare i motivi del licenziamento che tuttavia non sono necessari se lo stesso giunge al termine di un periodo di prova. Il motivo dovrà ovviamente essere spiegato in maniera esaustiva, eventualmente facendo anche riferimento a possibili precedenti contestazioni disciplinari.

Qualora previsto, si potrà poi fare riferimento al periodo di preavviso e quindi alla data da quando il rapporto sarà da considerarsi effettivamente terminato.

Qualora invece si preferisca interrompere subito il rapporto ma garantire come da normativa lo stipendio al dipendente, darà possibile specificarlo nella lettera stessa.

In conclusione dovranno inserirsi le informazioni relative alle competenze dovute (in via generale, specificando che il lavoratore verrà saldato per tutte le attività svolte entro una determinata data) e ai contatti da utilizzare qualora si voglia procedere con un tentativo di riconciliazione. Luogo, data e firma solo altri due dettagli fondamentali per rendere ufficiale il documento e per evitare contestazioni.

Conclusioni

Data la delicatezza della questione, è bene ricordare che la seguente guida rappresenta un primo tassello per acquisire consapevolezza su come muoversi. Raccomandiamo fortemente di non lasciare nulla intentato, e di rivolgervi ad un vostro professionista di fiducia, che saprà darvi le giuste dritte e cornice editoriale per redigere la lettera prima che questa sia inviata.