Lettera ai condomini per avviso lavori ristrutturazione

Se abitate in un condominio e avete intenzione di iniziare con dei lavori di ristrutturazione, dovete pensare non solo ai fornitori e al progetto, ma anche ad avvisare i vostri condomini.

In teoria, si è tenuti ad avvisare dell’avvio dei lavori l’amministratore del condominio, e lui dovrebbe poi avvisare tutti gli altri condomini, tuttavia può essere utile e carino che una comunicazione arrivi anche da voi.

Si tratta di un gesto che mostra rispetto e attenzione e potrebbe mettervi al riparo da eventuali lamentele dei vicini di casa. Ricordate, a questo proposito che, ferma restando la necessità che i lavori non vadano a compromettere l’agibilità degli spazi comuni e la sicurezza dell’edificio nella sua totalità, alcuni regolamenti condominiali riportano dei vincoli o delle regole speciali alle quali è sempre bene attenersi.

Quando serve la comunicazione di inizio lavori

Naturalmente non tutti gli interventi di manutenzione richiedono la comunicazione di inizio lavori. Essa è necessaria in caso di ristrutturazione del bagno o dei pavimenti, lavori importanti sugli impianti, interventi strutturali, lavori di ristrutturazione di qualsiasi tipo.

In altre parole, è opportuno notificare tutti quegli interventi che potrebbero causare disagi, rumori, interruzioni di servizio o comunque impatti di vario tipo su quella che è la vita quotidiana degli altri condomini.

Al netto della lettera, ovviamente, resta la necessità di limitare ogni possibile disagio, trovando un accordo con i vari fornitori al fine di organizzare orari e operazioni limitando i fastidi per gli altri.

Cosa scrivere nella lettera

In caso di interventi strutturali, la lettera dovrà riportare il riferimento all’articolo 1122 del Codice Civile e la volontà di iniziare i lavori di ristrutturazione, specificando l’indirizzo compreso di piano e scala che sarà appunto oggetto della ristrutturazione.

Sarà inoltre importante specificare la data di inizio e di fine prevista, oltre alla certezza che il lavoro non comporterà danni all’edificio.

Qualora il lavoro richieda la presenza di ponteggi o comunque di elementi che potrebbero compromettere o limitare gli accessi all’edificio o l’uso di eventuali stalli condominiali sarà bene precisare la cosa nella lettera stessa, scusandosi per eventuali disagi che potrebbero essere legati a questa situazione.

La stessa specifica dovrà essere riportata qualora siano previsti dei lavori che richiedono interventi sugli impianti e quindi ad esempio una interruzione di servizio. In questo caso, sarà opportuno qualche giorno prima sarà bene esporre anche un cartello che ricorda che in una specifica data, dalle ore XX alle ore YY il servizio specifico (idrico o elettrico tipicamente) potrebbe essere sospeso.

Sono disponibili format che permettono di preparare lettera e avviso in maniera molto semplice senza rischiare errori o omissioni, oltre a questo è bene ricordare che le aziende più strutturate dispongono anche di lettere pre-fatte da mettere a disposizione dei loro clienti, in modo da semplificare questa operazione che, a dire il vero, dopo la lettura di queste righe non è di certo così complessa.